San Giovanni Crisostomo

Allo stesso modo che per tessere delle belle corone non basta che i fiori siano puri, ma bisogna anche che lo siano le mani che debbono tesserle, così anche per gli inni santi non bastano parole piene di pietà ma bisogna che sia anche piena di pietà l’anima che deve comporle.

San Giovanni Crisostomo – Omelia sul Sacerdozio

Tratto da http://collegiogreco.blogspot.it/2009/11/omelia-sul-sacerdozio-di-san-giovanni.html

Auguri a tutti i Giovanni!

Pubblicato in Santi | Lascia un commento

Perché ti amo, Maria!

Pubblicato in Madonna | Lascia un commento

I dolori di Gesù per le anime dannate

Ma la pena crudele che mi straziava era vedere che le suddette infinite mie membra, cioè tutte le anime dannate, mai, mai e mai più si sarebbero riunite a me, loro vero Capo. Al di sopra di tutte le altre pene che hanno e che potranno avere eterna­mente quelle povere anime sventurate, è proprio questo “mai, mai” che in eterno le tormenta e tor­menterà.

Mi straziò tanto questa pena del “mai, mai”, che io avrei immediatamente scelto di patire non una volta sola ma infinite volte tutte le disgiunzio­ni che furono, sono e saranno, purché avessi potu­to vedere non tanto tutte, ma almeno un’anima sola riunirsi ai membri vivi o eletti che vivranno in eterno dello spirito di vita che procede da me, vera vita, che do vita ad ogni essere vivente.

Considera ora quanto mi sia cara un’anima se per riunirne a me una sola avrei voluto patire infi­nite volte tutte le pene e moltiplicate.

Gesù a santa Camilla Battista da Varano

Tratto da http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/i%20dolori%20mentali%20della%20passione%20di%20gesu.htm

Pubblicato in Gesù | Lascia un commento

Un colpo di fuoco verso l’eternità

Davanti a me c’è l’ eternitá. lo, sono una esplosione che si dirige verso l’ eternitá. Dopo di me, l’eternitá. Il mio esistere non è che un sospiro tra due eternitá. Bontá infinita di Dio con me. Lui pensó a me centinaia di mille anni fa. Cominció, pensando che poteva pensare a me e ha continuato a pensarmi, senza potermi allontanare un istante dalla sua mente, come si io esistessi gia. Se un amico mi dicesse: negli undici anni que sei stato assente, ogni giorno ho pensato a te; come gli saremmo grati per la sua fedeltá! E Dio, mi pensa da tutta l’ eternitá.

La mia vita è una esplosione verso l’ eternitá. Non devo attaccarmi al mondo, ma attraverso il mondo dirigere il mio sguardo alla vita che verrá. Che tutte le creature siano trasparenti e mi lascino sempre vedere Dio e l’ eternitá. Se si facessero opache ritornerei ad esere terra e sarei perduto.

San Alberto Hurtado

Tratto da http://www.padrealbertohurtado.cl/fph/santo/idiomas/italiano/la-mia-vita-un-colpo-di-fuoco-verso-leternita/

Pubblicato in Santificazione | Lascia un commento

Il cuore rivolto all’Altare

Terrò il mio cuore sempre rivolto all’Altare ove dimora l’amante Gesù. Stanca ed  oppressa, afflitta, desolata, là sarà il mio luogo di riposo, veduta solo dal mio Gesù… Le creature le amo in Voi perché mi sono date da Voi , ma non sono per me.

Voi solo…Dio solo.

Santa Geltrude Comensoli

Tratto da http://www.sacramentinedibergamo.it/Note_intime_files/Cuore%20rivolto%20all%20Altare.pdf

Pubblicato in Eucaristia, Gesù | Lascia un commento

Vivere d’amore

10. Vivere d’amore, o mio Divino Maestro, è supplicarti di spandere i tuoi raggi nell’anima eletta e santa del sacerdote ch’egli sia più che un celeste serafino. Proteggi la tua Chiesa immortale, te ne scongiuro ad ogni attimo. Io, figlia sua, m’immolo per lei, e vivo d’amore!

11. Vivere d’amore è rasciugarti il volto e ottenere perdono ai peccatori: che rientrino nella tua grazia, o Dio di amore, e sempre benedicano il tuo nome! Ogni bestemmia mi rintocca nel cuore; e per cancellarla ridico ogni giorno: T’amo e t’adoro, o Nome sacro! e vivo d’amore.

12. Vivere d’amore è imitare Maria Maddalena che bagna di pianti e di preziose essenze i tuoi piedi divini, e li bacia rapita, li asciuga coi lunghi capelli, poi con santa audacia levandosi, anche il dolce tuo volto cosparge d’aroma… Per me, quell’olezzo che innalzo al tuo volto è il mio amore.

13. Vivere d’amore, che strana pazzia! Mi dice il mondo: smettila di cantare! e bada a non sprecare i tuoi aromi, la tua vita, impiegali utilmente! Ma amarti, Gesù, che feconda perdita! Ogni mio aroma è tuo, per sempre. E voglio cantare, lasciando il mondo: Io muoio d’amore!

Santa Teresa di Lisieux

Tratto da http://www.steresa.org/Santa/poesie.htm

Pubblicato in Gesù, Sacerdozio, Santa Teresa di Lisieux, Santi | Lascia un commento

La mistica sapienza

Cristo è la via e la porta. Cristo è la scala e il veicolo. E il propiziatorio collocato sopra l’arca di Dio (cfr. Es 26,34). È «il mistero nascosto da secoli» (Ef 3,9). Chi si rivolge a questo propiziatorio con dedizione assoluta, e fissa lo sguardo sul crocifisso Signore mediante la fede, la speranza, la carità, la devozione, l’ammirazione, l’esultanza, la stima, la lode e il giubilo del cuore, fa con lui la Pasqua, cioè il passaggio; attraversa con la verga della croce il Mare Rosso, uscendo dall’Egitto per inoltrarsi nel deserto. Qui gusta la manna nascosta, riposa con Cristo nella tomba come morto esteriormente, ma sente, tuttavia, per quanto lo consenta la condizione di viatori, ciò che in croce fu detto al buon ladrone, tanto vicino a Cristo con l’amore: «Oggi sarai con me nel paradiso!» (Lc 23,43).
Ma perché questo passaggio sia perfetto, è necessario che, sospesa l’attività intellettuale, ogni affetto del cuore sia integralmente trasformato e trasferito in Dio.
È questo un fatto mistico e straordinario che nessuno conosce se non chi lo riceve. Lo riceve solo chi lo desidera, non lo desidera se non colui che viene infiammato dal fuoco dello Spirito Santo, che Cristo ha portato in terra. Ecco perché l’Apostolo afferma che questa mistica sapienza è rivelata dallo Spirito Santo.
Se poi vuoi sapere come avvenga tutto ciò, interroga la grazia, non la scienza, il desiderio non l’intelletto, il sospiro della preghiera non la brama del leggere, lo sposo non il maestro, Dio non l’uomo, la caligine non la chiarezza, non la luce ma il fuoco che infiamma tutto l’essere e lo inabissa in Dio con la sua soavissima unzione e con gli affetti più ardenti.
Ora questo fuoco è Dio e questa fornace si trova nella santa Gerusalemme; ed è Cristo che li accende col calore della sua ardentissima passione.

San Bonaventura

Tratto da http://www.maranatha.it/Ore/santi/0715letPage.htm

Pubblicato in Gesù, Santificazione | Lascia un commento

Come pesce in mezzo al mare

Vera medicina per i nostri mali: se siamo deboli ci dà forza, se siamo freddi ci riscalda, se siamo afflitti ci consola. Noi accostandoci al fonte e, per dir meglio, al mare immenso del divinissimo Sacramento, ogni qual volta ci accostiamo con fede, con amore e con purità, l’anima nostra si intrinseca in Dio e fa come, per esempio, il pesce in mezzo al mare. O Dio! Ella sta in mezzo a questo divinissimo mare. Ove si volta, ove sta, ove si posa, tutto è Dio; e questo Dio arricchisce siffattamente le anime nostre delle Sue grazie e doni, che ogni comunione fa che l’anima nostra faccia sempre passi da gigante nella perfezione.

Santa Veronica Giuliani

Tratto da http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/la%20passione%20di%20gesu%20con%20s%20v%20giuliani.htm

Pubblicato in Eucaristia, Santi | Lascia un commento

Sempre di più

Mille volte morire piuttosto che respingere Cristo dall’anima. Dobbiamo essere orgogliosi di vivere in grazia. Bramarne sempre di più; non accontentarci mai: sempre di più! Dobbiamo essere totalmente di Cristo” (21-01-1963).

Venerabile Faustino Pérez Manglano Magro

Tratto da http://faustino.marianistas.org/it/17-febbraio-1a-domenica-di-quaresima/

Biografia in italiano: Faustino. Forse Dio mi parla

Biografia en español (PDF): Faustino. Tal vez me hable Dios

Pubblicato in Gesù, Santificazione | Lascia un commento

Le vostre piaghe me fan coraggio

Le vostre piaghe me fan coraggio, le spine, i chiodi, il vostro Sangue divino m’infervora. Propitiaberis peccato me multum est enim (Sal 25,11).

San Gaspare del Bufalo

Tratto da http://apostolosdopreciososanguedecristo.blogspot.it/2012/11/scritti-spirituali-di-san-gaspare-del.html

Pubblicato in Croce, Gesù | Lascia un commento