Pensare al nostro amato

Finché non ci è possibile la visione senza veli, l’abbraccio senza più ostacoli frapposti e la continua penetrazione di Lui, il massimo che possiamo avere nel tempo è questo: pensare al nostro amato, si, ricordarci veramente dell’Unico che abbiamo scelto di amare, rivolgere a Lui il nostro cuore, parlare, spesso, di Lui, leggere la sua parola densa d’amore, far passare per Lui ogni nostra opera, non pensare ad altri che a Lui. I nostri occhi lo contemplino amorosamente, le nostre orecchie si aprano alle sue parole, il cuore, i sensi e la mente lo abbraccino. Quando lo offendiamo, imploriamolo; quando ci mette alla prova, accogliamolo; quando si nasconde, cerchiamo Lui, il diletto, senza mai desistere prima di averlo di volta in volta ritrovato; e quando lo troviamo, teniamolo con noi con tutta la nostra tenerezza e con una santa condotta di vita. ( Dalle Lettere del Beato Enrico Suso, domenicano).

Tratto da http://www.centrolapira.it/Portals/0/Tabor/Parole di vita/Preghiere e Pensieri.doc

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Gesù. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...