Preghiera alla Vergine di Lujan

“Vergine di Luján, Madre dei poveri e degli umili,
di quelli che soffrono e sperano:
Tu che hai scelto questo luogo,
nella immensità silenziosa della Pampa argentina,
per ascoltare le nostre suppliche,
rasserena i nostri cuori e parlaci del tuo Figlio:
“il Salvatore di ieri, di oggi e di sempre”.
Questo luogo semplice è il cuore spirituale
del nostro popolo.

Oggi giungiamo a Te, un piccolo gruppo di discepoli,
apostoli e testimoni del tuo Figlio…
Veniamo da lontano e da vicino.
Siamo volti differenti e culture differenti,
con una lingua diversa, ma ci comprendiamo
nella stessa Parola del tuo Figlio
che dice a ciascuno: “Ecco tua Madre”;
e così ti sentiamo, Maria, come Madre e Signora nostra.
Ti chiediamo solamente che ci guardi e ci ascolti.

Abbiamo molte cose da dirti,
tante pene da raccontarti, tante grazie da chiederti.
Per noi, per i nostri paesi, per le nostre Chiese locali.
Ma ci manca il tempo e ci mancano le parole.
Ci basta essere arrivati fin qui e guardarti
e sapere che tu ci guardi e ci cambi.
Siamo giovani e adulti, uomini e donne
che desiderano vivere la Chiesa nel cuore del mondo,
come il Tuo Figlio ci chiede.
Impegnati nel tempo che oggi ci è dato, vogliamo vivere
con fedeltà serena, forte e umile, uniti ai nostri Pastori
Vescovi e Sacerdoti – ai Religiosi e a tutti i fedeli laici
nella comunione della Chiesa missionaria.

Noi siamo segnati dal fuoco dello Spirito Santo
e inviati nuovamente dal tuo Figlio per annunciare
a tutte le genti la Buona Notizia del Regno:
l’amore del Padre.
Abbiamo penetrato con la fede il mondo
in cui viviamo e ci siamo impegnati a fare,
dal cuore della Chiesa-comunione, un dialogo
e un cammino di salvezza.
Avvertiamo le sfide di questo secolo che sta finendo
e le speranze che ci offre quello nuovo.

Vergine di Luján, Madre di Gesù e Madre nostra:
oggi deponiamo nel tuo cuore le nostre inquietudini
e le nostre speranze, i nostri dolori e le nostre gioie.
Vogliamo offrirti la nostra povertà, la nostra preghiera,
la nostra gioia, la nostra speranza, il nostro amore
per la Chiesa inserita nel mondo
come sacramento universale di salvezza.
Tu sai bene di che cosa abbiamo bisogno:
un grande spirito contemplativo per comprendere
la povertà degli uomini e il dolore dei popoli,
una grande disponibilità ad accogliere la Parola
di Dio e a metterla in pratica, una serena fortezza
per abbracciare la Croce del tuo Figlio
e una capacità piena di gioia nell’impegno
a servizio dei nostri fratelli.

Vogliamo amare intensamente la Chiesa
e vivere in comunione profonda con i nostri Pastori.
Che siamo oranti e missionari.
Che sappiamo accogliere la Parola di Dio
e contemplarla, metterla in pratica e comunicarla
con il fuoco dello Spirito.

Maria Santissima,
aiutaci ad essere fedeli alla nostra ora.
È un’ora “drammatica e magnifica”, piena di sfide
e di speranze. C’è bisogno di fedeli laici che vivano
la santità del proprio Battesimo e l’impegno apostolico
della Cresima, che vivano con semplicità quotidiana
il Mistero pasquale, che non abbiano paura della Croce
né del martirio. Che solamente vivano con la gioia
della santità nella comunione missionaria della Chiesa.

Grazie, o Madre e Signora di Luján,
per averci ricevuti oggi nella tua casa,
per averci guardato e ascoltato,
per averci parlato e irrobustito,
per averci insegnato a essere Chiesa.
Ora noi torniamo sereni e forti,
pieni di gioia e di speranza.
Torniamo alle nostre case, ai nostri paesi,
alle nostre Chiese locali, con la certezza
che ci danno queste parole del tuo Figlio:
“Ecco tua Madre” , e portiamo nel cuore la gioia
di ripetere con te a Gesù Cristo – quello di ieri,
di oggi, e quello di sempre – queste tue parole:
“Sono la serva del Signore, si faccia in me
secondo la Tua Parola”.

E ora torniamo a casa portando con noi
la tua presenza di Madre che ci dice:
“Fate quello che vi dirà”.
Così ci impegniamo e così sia.
Amen!”.

Card. Eduardo Pironio

Tratto da http://www.mariadinazareth.it/www2005/Santuari%20mariani%20nel%20mondo/Lujan.htm

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Madonna. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...