Umiltà, umiltà, umiltà…

O creatura chiamata alla santità, se vuoi raggiungerla umiliati profondamente innanzi a Dio. L’anima che non si umilia, che è piena di sé, che si concentra in sé, esaltandosi nella sua estimazione di fronte agli altri, non attira la grazia di Dio, si stacca da Lui come se ne staccò Lucifero, compiaciuto di sé. Per l’umiltà, l’anima partecipa alla santità di Dio: Egli genera il Verbo conoscendosi ed il Verbo è sua Lode, infinito come Lui nella natura divina e l’anima, conoscendosi nella sua limitazione, non genera un verbo di lode, ma di umiltà, perché dalla limitazione e dalla miseria non può sorgere l’esaltazione, ma l’umile abbandono alla grazia ed alla misericordia di Dio.
 
Don Dolindo Ruotolo
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Umiltà. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...