Devi entrar nella solitudine

Intanto se a guisa di amico tu di tempo in tempo conversi con Gesù ne avrai allegrezza al cuore. Che godimento è quello dell’amico che stringe la destra all’amico! Ma se dippiù fermi tua stanza con Gesù e dimori a convivere con lui quasi figlio con il padre, allora nell’animo esperimenti non solo letizia, ma gaudio vivo. Allora più propriamente provi in te quel giubilo che è sì vivo quando il figlio nel cuor del padre versa tutti gli affetti che sente nell’anima sua.
La sola condizione per godere sì gran bene è che tu non esca alle piazze, che non ti fermi ai mercati, che non passeggi attraverso ai circoli. Devi entrar nella solitudine. E se non ti è possibile il ritiro materiale, perché a te tocchi accudire alla famiglia od al negozio, entra nel ritiro morale del cuor tuo e là conversa e convivi con Dio, che ne avrai tutto quel prò che ti ho fin qui annunziato. Intanto vuolsi solitudine, perché le conversazioni amorevoli con Gesù si odono là. Alle piazze appena si possono ascoltare le sue ammonizioni.

Beato Luigi Guanella

Tratto da http://www.intratext.com/IXT/ITA0614/__PTU.HTM

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Gesù, Guanella, Preghiera, Unione con Dio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...