Rinnovare sempre il proposito di farsi santo

 

  • Anelare sempre di crescere nell’amore verso Gesù Cristo.
  • Fare spesso atti d’amore a Gesù Cristo, cominciando dallo svegliarsi ed addormentarsi con un atto d’amore. Cercando sempre di unire la volontà propria alla volontà di Gesù Cristo.
  • Meditare spesso la sua Passione.
  • Cercare sempre a Gesù Cristo il suo amore.
  • Comunicarsi spesso, e più volte il giorno spiritualmente.
  • Visitare spesso il SS. Sacramento.
  • Ogni mattina prendere dalle mani di Gesù Cristo la propria croce.
  • Desiderare il paradiso e la morte per amare perfettamente ed in eterno Gesù Cristo.
  • Parlare spesso dell’amore di Gesù Cristo.
  • Accettare le cose contrarie per Gesù Cristo.
  • Compiacersi della felicità di Dio.
  • Fare ciò che più piace a Gesù Cristo, e non negargli cosa ch’è di suo gusto.
  • Desiderare e procurare che tutti amino Gesù Cristo.
  • Pregare sempre per i peccatori e per l’anime del purgatorio.
  • Cacciare dal cuore ogni affetto che non è per Gesù Cristo.
  • Ricorrere spesso a Maria SS. acciocché c’impetri l’amore a Gesù Cristo.
  • Onorare Maria per dar gusto a Gesù Cristo.
  • Far tutto per dar gusto a Gesù Cristo.
  • Offrirsi a Gesù Cristo a patir ogni pena per suo amore.
  • Star risoluto di prima morire che fare un peccato veniale a posta.
  • Soffrire con pace le croci dicendo: Così piace a Gesù Cristo.
  • Negarsi le proprie soddisfazioni per amore di Gesù Cristo.
  • Far quanta orazione possiamo.
  • Far tutte le mortificazioni che ci permette l’ubbidienza.
  • Far tutti gli esercizi come fosse l’ultima volta.
  • Perseverare nelle buone opere in tempo di aridità.
  • Non fare né lasciar niente per rispetto umano.
  • Non lamentarsi nelle infermità.
  • Amare la solitudine per trattenerci da solo a solo con Gesù Cristo.
  • Discacciare la malinconia.
  • Raccomandarsi spesso alle persone che amano Gesù Cristo.
  • Nelle tentazioni ricorrere a Gesù crocifisso ed a Maria addolorata.
  • Confidare assai nella Passione di Gesù Cristo.
  • Dopo il difetto non diffidare; pentirsi e risolvere l’emenda.
  • Far bene a chi ci fa male.
  • Dir bene di tutti, e scusar l’intenzione se non possiamo l’azione.
  • Soccorrere il prossimo quanto si può.
  • Non fare né dir cosa di suo disgusto. E mancando alla carità cercargli perdono o parlargli con dolcezza.
  • Parlar sempre con mansuetudine e voce bassa.
  • Offrire a Gesù Cristo tutti i disprezzi e persecuzioni che ci son fatte.
  • Stimare i superiori come Gesù Cristo.
  • Ubbidire senza replica e ripugnanza; e non cercar cosa di propria soddisfazione.
  • Amare gli uffici più bassi.
  • Amare le cose più povere.
  • Non parlare di sé né bene né male.
  • Umiliarsi anche agl’inferiori.
  • Non scusarsi nelle riprensioni.
  • Non difendersi quando siamo incolpati.
  • Tacere quando siamo disturbati.
  • Rinnovare sempre il proposito di farsi santo con dire: Gesù mio, io voglio esser tutto vostro e voi avete da essere tutto mio.

Viva Gesù nostro amore, e Maria nostra speranza dopo Gesù.

Sant’Alfonso Maria di Liguori

Tratto da http://www.intratext.com/IXT/ITASA0000/__P2I0.HTM

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Santificazione. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...