Nel mese dei fiori – Giorno 6

Maria benedetta nel tempio santo del Signore aveva consacrato allo Altissimo la sua mente, il suo cuore, il suo corpo con voto perpetuo di verginità. Quando a quindici anni della età sua, e precisamente dopo nove anni che già aveva passati nel santuario, le si discorre che decisamente deve scegliersi un compagno, oh come trema il cuore di una vergine a cosiffatto discorso! Maria si presenta con affetto più pietoso al Signore e gli dice: “O mio Dio, voi che siete l’onnipotente, lo so che voi vi compiacete di ascoltare le suppliche dei miseri. Né il domandar che essi facciano grazie grandi punto nuoce, ma anzi avvalora, perché il Signore del cielo e della terra siete voi. Or fate che io non infranga in perpetuo il mio voto. Ditemi nel medesimo tempo quello che è a farsi da me, per non disobbedire al superiore che mi comanda in nome vostro”. Or ciò che il Signore rivelò alla fervida fanciulla conobbelo ben presto il cuor di quella vergine. Tu in ogni dubbio benché grave della vita prega Dio e poi lascia fare dalla provvidenza del Signore. Bada solo che il tuo pregare sia cordiale. Così non è dubbio che porgesse Maria le sue suppliche allo Altissimo.

Imita, se ti piace, il supplicare che fa un bambino ingenuo. Il padre gli mostra una poma colorita, e il fanciullo alza le manine là, e corre colla sua personcina, e s’arrampica su per le ginocchia del genitore, e poi domanda, e poi strepita perfino, sino a che veggasi fra le mani ceduto il frutto ambito.

Io non so in qual altro momento la mente e il cuore o la immaginazione dello infante sia più lieto che in questo di ottener l’intento suo. Maria benedetta, che ha sempre conservata purissima la semplicità del fanciullo ingenuo, porgeva appunto a Dio con affetto tale le sue preci.

E così conviene che anche tu supplicando abbia da elevarti da terra e pensare a quello solo che vuoi implorare. A quello devi pensare colla mente, col cuore, con la immaginazione.

Maria santissima nella umiltà sua oh come si professava povera al divino cospetto! Oh come con teneri affetti sapeva inclinare a suo pro la pietà divina, la potenza divina. E tu che fai? Tu hai adesso Gesù Cristo che è disposto sempre ad accompagnarti in persona al Padre eterno. Ebbene, parla allo Altissimo con ferma fiducia: “Esauditemi, o Padre, perché a supplicare con me è il vostro Figliuolo unigenito”.

E in porgere questa tua supplica mostra animo fiducioso e fa scorgere che tu sei certo omai di essere ascoltato. Se un ti viene a esporre un progetto di bene, ma che parli con risolutezza, tu gli credi. Se un viene a cercarti un favore, ma che ti dica con franchezza: “Ho bisogno di questo, e te ne sarò grato”, tu nemmeno badi per differire un istante il tuo consenso. Maria santissima parlava con fiducia a Dio, come è proprio d’una figlia con l’ottimo padre suo. Imparalo anche tu, per essere supplicante così efficace.

Dirai che Dio senza molto supplicare già conosce i bisogni tuoi. Ma se egli brama che tu li esponga partitamente, come hai inteso dallo Apostolo, è segno che n’ha un godimento altissimo in vederti supplicare siffattamente. Intanto saluta Maria con dirle: “Dolce Cuore di Maria, siate voi la salvezza mia”. E per dono in oggi poniti per quel quarto d’ora che ti è più agevole a pregar come hai inteso con orazione o con ossecrazione divota e con molte azioni di grazia.

Beato Luigi Guanella

Tratto da http://www.intratext.com/IXT/ITA0614/__PSU.HTM

Bella come il sole!Sesto giorno
In ogni giorno della vita il cristiano deve pregare e poi affidarsi a Dio. Ciò deve fare sovrattutto nei giorni di maggior bisogno. Così usò Maria benedetta quando le fu dato per compagno il casto Giuseppe

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Guanella, Madonna. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...